La Guardia di Finanza del Comando provinciale di Palermo ha arrestato ai domiciliari Maria Grazia Caggegi, 52 anni, agente immobiliare. Lei si sarebbe accreditata con i clienti come avvocato, affermando di avere conoscenze tra le alte cariche degli uffici giudiziari di Palermo. Con sicurezza avrebbe proposto l’acquisto di immobili, tra le province di Palermo, Trapani e Messina, a prezzi o condizioni particolarmente vantaggiosi, mediante una fantomatica procedura all’incanto. Per monetizzare in tempi rapidi, l’indagata avrebbe rappresentato inesistenti problemi che ostacolavano l’assegnazione degli appartamenti, tra pendenze penali e iscrizioni d’ipoteche. Maria Grazia Caggegi sarebbe riuscita in brevissimo tempo ad ottenere oltre 160mila euro in contanti. Il Tribunale ha disposto anche il sequestro preventivo della somma. E’ scattata anche l’interdizione dall’esercizio di attività imprenditoriali per 12 mesi. Alle indagini hanno anche collaborato diverse vittime del presunto raggiro.

Rispondi