Si è fatta molto male, ma poteva anche finire peggio. La colpa è di una Agrigento sporca e di persone incivili che abbandonano rifiuti di ogni genere in ogni angolo della strada. La vittima è la pluricampionessa agrigentina Giusi Parolino. Stamattina, stava percorrendo la via Manzoni quando all’improvviso è inciampata con un nastro in nylon, quello utilizzato per chiudere i cartoni che è stato gettato per strada da un incivile. Vista la gravità del taglio e la presenza di tanto sangue, la campionessa del giavellotto, è stata tempestivamente soccorsa dal farmacista Nino Miceli. Considerata la situazione, Giusi è dovuta ricorrere alle cure della dottoressa Alfonsina Passatelli. Ci sono voluti 5 punti di sutura al ginocchio sinistro, inoltre, ha riportato una infranzione al polso sinistro, un trauma alla mano destea e al mento, oltre ad escoriazioni sparse.
“Questo è successo – dice la diretta interessata – perché Agrigento è davvero molto sporca e, purtroppo, ci sono anche tanti incivili. Al di là delle ferite riportate, mi dispiace tanto non essere domani sera in pedana a Siracusa”.

Rispondi