A Lampedusa i carabinieri del Centro Anticrimine Natura del Comando provinciale di Agrigento, e della locale Stazione, hanno sequestrato un’area di 850 metri quadrati trasformata in luogo di scarico di rifiuti soprattutto derivanti da attività edilizie e di demolizione. I sigilli sono stati apposti poche ore dopo il controllo e il blocco di un veicolo utilizzato per il trasporto di rifiuti derivati da costruzioni e demolizioni. L’autista è stato colto privo del formulario di Identificazione dei rifiuti (il cosiddetto Fir), ossia il documento di accompagnamento per il trasporto dei rifiuti. Dopo l’analisi documentale è scattata l’ispezione nell’appezzamento di terreno poi oggetto del sequestro.

Rispondi