Il sindaco di Racalmuto, Vincenzo Maniglia, ha azzerato la Giunta e le nomine degli esperti. E spiega perché: “Perché le recenti note vicende sorte qualche giorno prima della celebrazione della festa della Maria Santissima del Monte, hanno fatto emergere una condanna corale di quanto accaduto. Preoccupanti sono state le azioni intraprese da associazioni e cittadini, ingannati sul ruolo e sulle competenze del sindaco, per disattendere le prescrizioni e le limitazioni imposte dalla Questura su alcuni dei caratteristici e identitari eventi della festa, fra tutti la simbolica presa della bandiera sul cero del borgesi. Per questi motivi, e senza esprimere giudizi di merito sull’attività degli assessori e degli esperti, è necessaria un’azione chiarificatrice tra i vari componenti politici del gruppo di maggioranza ed una pausa politica per favorire il dibattito costruttivo in seno alla ‘Lista per Racalmuto – Sindaco Maniglia’, indispensabile al rilancio del governo della città”.

Rispondi