I Carabinieri del Nas e i colleghi della stazione di Lampedusa hanno controllato, in due giorni, i locali e gli esercenti ambulanti dell’isola, tra ristoranti, pizzerie, macellerie, chioschi e imprese varie. Sono state elevate sanzioni per complessivi 22.500 euro, e alcuni sono stati segnalati per inadempienze varie all’Azienda sanitaria. Più nel dettaglio 2000 euro di multa ciascuno ad un ambulante che non ha attuato le norme di autocontrollo, al titolare di una pizzeria, e al proprietario di una impresa che si occupa di produzione di alimenti. Poi 5000 euro ad un locale che, oltre a non attuare le norme di autocontrollo per la produzione di alimenti, è risultato privo della registrazione sanitaria. Poi 1000 euro alla titolare di un locale che non ha integrato la registrazione sanitaria dell’ampliamento dell’attività. Poi 6.500 euro perché la titolare di un locale non ha l’autorizzazione per la somministrazione ai tavoli e perché 20 chili di carne, dal valore di 400 euro e sequestrati, sono stati esposti senza che fosse stata attuata la tracciabilità. E poi 2000 euro ciascuna a tre attività sia per la mancata attuazione delle norme di autocontrollo che per la mancanza dell’apposito manuale.

Rispondi