Carlo Taormina. Cateno De Luca,il sindaco di Messina che ha liberato la città e tutto il territorio metropolitano dalla mafia,dal clientelismo e dalla corruzione restituendo dignità alla gente onesta,mi ha proposto la candidatura con la sua lista a livello nazionale e ciò significa che mi dovrei impegnare a battere per i valori che lo hanno sempre animato, con un particolare ed esaltante valore aggiunto. I guai sociali, economici, imprenditoriali e morali dell’Italia hanno la principale causale nel grande divario tra nord e sud che costringe le popolazioni meridionali ad un ruolo subalterno dal punto di vista della evoluzione della società,ed è, al tempo stesso, la ragione delle sofferenze del nord sul piano della crescita economica e tecnologica,con la conseguenza di un abbassamento complessivo della condizioni di tutti gli italiani. Occorre un processo osmotico in cui nord chiami sud e sud chiami nord perché questa è la strada del progresso prima di tutto sul piano culturale.So bene quanto contino per Cateno De Luca i valori dell’onestà,del rigore amministrativo,della libertà dal ricatto mafioso,della assenza di condizionamenti da qualsiasi posizione politica perché per lui sono sempre stati al vertice dei suoi intenti gli interessi concreti dei cittadini,a cominciare ,come ha dimostrato a Messina,dalle fasce deboli ed indifese della società. Insomma,niente chiacchiere e solo fatti. Per queste ragioni ho accettato di candidami con la sua lista che ha nel simbolo il programma. Lo ringrazio della opportunità. Ma ora dovrete seguirmi in questa breve,intensa,appassionata campagna elettorale

Rispondi