SICILIA – SOSTANZE CHIMICHE NOCIVE PRESENTI NELLE ACQUE …
superano la soglia consentita!

SU 44 CORPI IDRICI SICILIANI esaminati …
42 SONO A RISCHIO!!!
NON SONO IN BUONO STATO CHIMICO…

ALLARME VELENI …
maglia nera per i corpi idrici “Piana di Vittoria” e “Ragusano” :
ritrovamento di composti organici volatili da siti contaminati, siti industriali abbandonati, discariche e da processi di dilavamento di superfici urbane.
SI ATTENDONO Asp di Ragusa e Istituto superiore della Sanità.

COSA E’ STATO TROVATO NELLE ACQUE SICILIANE?
1) composti e ioni inorganici, nitrati, conducibilità, composti alifatici clorurati, elementi in traccia, pesticidi, composti alifatici alogenati cancerogeni, clorobenzeni e composti perfluorurati.
2) percentuali elevate e preoccupanti di nitrati determinati da pressioni antropiche collegate all’agricoltura ed alla presenza di scarichi non allacciati alla fognatura.
3) alta percentuale di pesticidi da imprese a carattere agricolo.

—————————————————————

articolo di oggi di DANIELA CITINO – La Sicilia
Se vogliamo avere a cuore la salute pubblica, dobbiamo avere cura della qualità delle nostre acque sotterranee. Un campanello d’allarme arriva dai dati recentemente pubblicati dall’Arpa Sicilia, report di un monitoraggio avviato nel 2020 su un campione di 87 stazioni idriche. I prelievi effettuati dall’Agenzia regionale per
l’Ambiente hanno permesso di appurare lo stato chimico puntuale di 44 corpi idrici sotterranei individuati dal piano di gestione del distretto idrografico della Sicilia permettendo di scoprire che ben 42 sono a rischio, non raggiungendo l’obiettivo ambientale del “buono stato chimico” come prevede il D. lgs. 152/06 –
Parte III. Tra questi, purtroppo, hanno finito per indossare la maglia nera i corpi idrici sotterranei “Piana di Vittoria” e “Ragusano”.
Anche per loro, infatti, l’esito del monitoraggio è stato decisamente
negativo avendo presentato un’alta incidenza percentuale di stazioni in stato chimico scarso il che vuol dire che hanno finito per superare i parametri degli standard di qualità e i valori di soglia i cui valori minimi sono fissati dal Dm 06/07/2016. Tra i motivi adducibili, quasi tutti destano preoccupazione e per quanto le percentuali di volta in volta sono differenti, è allarmante sapere che nelle acque sotterranee del nostro territorio sono stati riscontrati composti e ioni inorganici, nitrati, conducibilità, composti alifatici clorurati, elementi in traccia, pesticidi, composti alifatici alogenati cancerogeni, clorobenzeni e composti perfluorurati. In particolare preoccupano, per i loro riflessi su ambiente e salute, le percentuali relative ai dati sui nitrati determinati da pressioni antropiche
collegate all’agricoltura ed alla presenza di scarichi non allacciati alla fognatura. Stessa allarmante situazione riguarda il rilevamento di un’alta percentuale di pesticidi la cui presenza ha ancora una volta origine nella maggiore disseminazione di imprese a carattere agricolo. Purtroppo non è finita, riportano un’altra maglia nera i corpi idrici “Piana di Vittoria” e “Ragusano” per la maggiore presenza di composti organici volatili, potenzialmente determinati da pressioni antropiche collegabili alla presenza di siti contaminati, siti industriali abbandonati, discariche, nonché a processi di dilavamento di superfici urbane. Impossibile, a questo punto, non allarmarsi dinnanzi ad una “fotografia” ambientale di tal genere. «Le sostanze chimiche presenti nelle acque in quantità superiore alle soglie di legge sono di fatto nocive alla salute» spiega Giovanni
Vacante direttore Uoc Acque interne suolo e biodiversità di Arpa Sicilia. Vacante rimanda all’Asp di Ragusa e all’Istituto superiore della Sanità la presa in carico relativamente al tema della salute in quanto sono di fatto gli organi competenti. «Certamente – dice – l’attività agricolo-zootecnica non razionale è indicata come una delle principali pressioni antropiche diffuse che determinano il maggiore apporto di sostanze alteranti lo stato di qualità dell’ambiente idrico. Questo e altre ragioni costituiscono la principale causa degli impatti sulle La qualità di alcuni corpi sotterranei idrici degli Iblei non è delle migliori matrici “suolo” e “acqua”».

Rispondi