I familiari di Vincenzo Basile, 45 anni, di Ribera, morto in ospedale a Sciacca, hanno sporto querela perché ritengono che la morte del congiunto sia un caso di mala sanità. La Procura, di conseguenza, ha avviato un’inchiesta dell’obbligatoria dell’azione penale a seguito di ricezione di una notizia di reato, ha disposto il sequestro della cartella clinica, e tre medici, di 55, 56 e 61 anni, sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo. E’ stata già eseguita l’autopsia in presenza delle parti in causa tramite i propri consulenti.

Rispondi