La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Siracusa, diretta dal Colonnello Lucio Vaccaro, ha sequestrato in territorio di Avola un’area di oltre 800 metri quadri destinata allo stoccaggio abusivo di materiale di risulta, elettrodomestici usati ed eternit. L’area è a ridosso di un torrente di via Cava Campana, dove sono state rinvenute oltre 200 tonnellate di rifiuti speciali: numerose le lastre di eternit spezzate, nascoste sottoterra e in parte dalla vegetazione, serbatoi, rifiuti di provenienza urbana, plastica, materiale ingombrante, legno e vetro. Inoltre, i rifiuti risultano in ampia parte bruciati, quindi ancora più pericolosi per la salute, come accertato dai funzionari dell’Arpa Sicilia, intervenuti sul posto per valutare l’entità dell’illecito ambientale.

Rispondi