A Palermo una ragazza tedesca di 25 anni, con lividi sul volto, braccia e ginocchi, si è recata in ospedale in lacrime: “Sono a Palermo per motivi di studio. Al rientro a casa sono stata violentata. Un giovane si è avvicinato a me con una scusa nella zona di via Polara, a poca distanza dal Tribunale. Mi ha aggredita. E poi è scappato”. I poliziotti della sezione della Squadra Mobile che si occupa di reati sessuali o contro i minori, sulla base delle informazioni rese dalla donna, hanno disegnato un identikit. Hanno acquisito alcuni video registrati dalle telecamere di sorveglianza. Indagini in corso.

Rispondi