La Procura di Palermo ha chiesto al Tribunale il rinvio a giudizio di 16 imputati nell’ambito dell’inchiesta su concorsi presunti pilotati al Policlinico di Palermo. Tra i 16 vi sono anche il professore agrigentino Gaspare Gulotta, direttore del Dipartimento di chirurgia generale e d’urgenza, sua figlia Eliana, chirurgo plastico all’ospedale Civico, e Mario Adelfio Latteri, direttore del Dipartimento chirurgico ad attività integrata di natura strutturale. Sotto inchiesta anche alcuni componenti delle commissioni esaminatrici. La prima udienza preliminare è in calendario il 13 settembre. A Gaspare Gulotta è contestata anche un’attività di “dossieraggio” contro l’ex genero, con l’aiuto di medici e rappresentanti delle forze dell’ordine. E Fiorella Sardo, in servizio al pronto soccorso del Policlinico, avrebbe rilasciato falsi certificati alla figlia di Gulotta, così come il medico di famiglia Eufrasia La Rocca. I poliziotti Gaspare Cusumano, dirigente dell’Ufficio sanitario della polizia, e Salvatore Bosco, in servizio alla Dia, avrebbero favorito Gulotta al fine di ottenere informazioni riservate sull’ex marito della figlia.

Rispondi