Gaetano Armao fa infuriare Forza Italia in Sicilia. Dopo la decisione sulla candidatura di Renato Schifani per il centrodestra, il Terzo Polo ha scelto il nome di Armao per la sfida alle regionali del prossimo 25 settembre. Ma a scatenare un vero e proprio putiferio politico è il ruolo che attualmente lo stesso Armao nella giunta del presidente Nello Musumeci. Armao è infatti il suo numero due, è il vicepresidente ed è anche l’assessore al Bilancio. E così, come spiega ilGiornale, da Forza Italia arriva la protesta del capogruppo azzurro all’Ars, Tommaso Calderone:

Saliva sulle Ong. Terremoto centrodestra: su chi piomba il no della Meloni
“Saliva sulle Ong”. Terremoto centrodestra: su chi piomba il “no” della Meloni

“Prima di accettare la candidatura – ha dichiarato all’Adnkronos Calderone -, non ha avuto la sensibilità di dimettersi da vicepresidente e assessore regionale. Gli ricordo infatti che tali cariche, le ha ricevute essendo stato designato da Forza Italia. Negli ultimi cinque anni, con totale ingratitudine ha ricoperto il doppio incarico grazie alla generosità del presidente Berlusconi, senza mai essersi misurato con il giudizio insindacabile degli elettori”.

C’è il nome. Sicilia, scatta l’ora della svolta: chi ha scelto il centrodestra
“C’è il nome”. Sicilia, scatta l’ora della svolta: chi ha scelto il centrodestra

Poi arriva l’affondo più pesante: “Di fatto non è mai stato eletto, neanche come consigliere di quartiere. Un vero camaleonte della politica – ha aggiunto Calderone -, che pretende di rappresentare i siciliani saltando da una poltrona all’altra o da uno steccato politico all’altro, con una spiazzante disinvoltura”. Insomma la partita per le Regionali in Sicilia si fa accesa. Ma Armao, numeri alla mano, non ha alcuna possibilità di farcela.

https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/32741551/gaetano-armao-ingrato-scoppia-caso-ira-forza-italia.html

Rispondi