A Canicattì ignoti sono irrotti in un fondo agricolo in contrada “Caizza Giummello” e hanno tranciato 70 fili tiranti, a sostegno di un vigneto, a danno di 1.200 piante di uva Italia, tutte con frutto prossimo alla raccolta. Il danno è stato quantificato in 35mila euro, non coperto da nessuna polizza assicurativa. Il proprietario, un bracciante agricolo di 57 anni di Canicattì, ha formalizzato una denuncia a carico di ignoti al Commissariato locale. Lui non si spiega il motivo del gesto. Indagini sono in corso.

Rispondi