I Carabinieri del Comando provinciale di Trapani hanno eseguito un provvedimento di sequestro di immobili, veicoli, conti correnti e quote sociali, emesso dal Tribunale di Trapani per l’applicazione di una misura di prevenzione patrimoniale, su richiesta della Procura antimafia di Palermo, a carico di Francesco Domingo, pregiudicato già condannato per associazione mafiosa, ritenuto il capo della famiglia mafiosa di Castellammare del Golfo, fino all’arresto operato dai Carabinieri di Trapani nel giugno 2020, nell’ambito dell’inchiesta intitolata “Cutrara”. A Domingo, tra l’altro, si contestano rapporti con esponenti della famiglia mafiosa italo-americana Bonanno di New York, e con Gaspare Spatuzza e Matteo Messina Denaro, entrambi latitanti. Il sequestro comprende una impresa di viticoltura, terreni, fabbricati rurali, un magazzino e 2 conti correnti, per un valore complessivo stimato in circa un milione di euro.

Rispondi