I giudici della Corte dei Conti d’Appello presieduta da Giuseppe Aloisio hanno confermato la sentenza di primo grado e hanno condannato l’ex sindaco di Giardini Naxos, Pancrazio Lo Turco, a risarcire il Comune con 55mila euro per avere nominato per 10 anni lo stesso consulente, l’avvocato Antonio Catalioto, quale esperto di materia urbanistica per coadiuvarlo nelle attività di programmazione, indirizzo e controllo. La Procura contabile nel capo d’imputazione ha scritto: “Tali incarichi sono ascrivibili alla categoria delle consulenze, e, in considerazione al contenuto ripetitivo delle relazioni, sono prive di utilità per l’Ente, atteso che il convenuto sindaco non ha fornito alcuna prova in ordine ai vantaggi conseguiti dal Comune di Giardini Naxos”. Il sindaco Lo Turco ha replicato: “Quegli incarichi erano coerenti con le attribuzioni del capo della giunta. La Procura contabile avrebbe dovuto dimostrare come lo svolgimento dell’attività da parte dell’esperto abbia inciso negativamente in termini qualitativi e quantitativi sull’azione del Comune”.

Rispondi