I funzionari dell’Agenzia delle Dogane di Porto Empedocle hanno scoperto una presunta maxi truffa perpetrata nel 2017 e nel 2018, e che avrebbe fruttato circa 250mila euro. L’artefice sarebbe stato un commerciante all’ingrosso di bevande che, simulando cessioni comunitarie di merce, sarebbe riuscito a vendere in nero sul territorio nazionale i prodotti senza applicare l’Iva. Ciò, inoltre, gli avrebbe consentito di acquisire indebitamente lo status di “esportatore abituale”, e quindi la possibilità di acquistare i prodotti senza Iva, ottenendo così un duplice e indebito vantaggio fiscale. Il commerciante è stato denunciato.

Rispondi