Lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione: Cattolica Eraclea, Montallegro e Realmonte ammessi dalla Prefettura di Agrigento ai fondi del bando del ministero dell’Interno “Spiagge sicure”.

In provincia di Agrigento, i Comuni costieri Cattolica Eraclea, Montallegro e Realmonte hanno presentato dei progetti relativi al bando del ministero dell’Interno intitolato “Spiagge sicure”. Si tratta di attività di prevenzione e di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione. La Prefettura di Agrigento ha approvato tali progetti ritenendoli ammissibili al finanziamento del ministero tramite il Fondo per la sicurezza urbana. Tra i requisiti per essere ammessi vi sono non essere capoluogo di provincia, un numero di residenti non superiore ai 50mila, e le presenze nelle strutture ricettive locali in base ai dati Istat. La Prefettura ha valutato i progetti presentati da Cattolica Eraclea, Montallegro e Realmonte tramite il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, e ha espresso parere di coerenza e di ammissibilità. Sulla stessa lunghezza d’onda si è sintonizzato il ministero dell’Interno, che ha concesso 14mila e 388 euro a ciascuno dei tre Comuni. La Prefettura erogherà materialmente i soldi. A garanzia degli impegni assunti, ad Agrigento, martedì prossimo, 13 settembre, in Prefettura, alle ore 10, saranno stipulati con i tre Comuni beneficiari dei protocolli d’intesa nel corso di una riunione dello stesso Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Secondo tali protocolli si procederà, tra l’altro, ad un monitoraggio delle iniziative anche attraverso report mensili sulle attività. Il prefetto, Maria Rita Cocciufa, commenta: “Esprimo soddisfazione per il sollecito riscontro assicurato dai Comuni interessati nel cogliere l’opportunità offerta dal contributo che, sebbene non di rilevante entità, potrà fornire un utile supporto alle azioni sullo specifico obiettivo svolte sui territori in particolare dalle Polizie Municipali”.

teleacras angelo ruoppolo

Rispondi