La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, accogliendo quanto proposto dal questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, ha applicato la misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per 3 anni, a carico di Gerlando Massimino, 34 anni, figlio del presunto boss di Agrigento, Antonio Massimino, entrambi arrestati nell’ambito dell’inchiesta antimafia intitolata “Kerkent”. Gerlando Massimino in primo grado è stato condannato a 12 anni di reclusione a conclusione del giudizio abbreviato.

Rispondi