✊🏼Un illuminante intervento del professor Michele Di Pasquali

🆘SE NON CI FOSSE STATO CATENO…

👏🏼Voi pensate veramente che sostituendo Schifani a Musumeci in Sicilia possa cambiare qualcosa? Ma negli ultimi cinque anni chi ha amministrato la regione siciliana? E negli ultimi trent’anni, per quanti decenni ha governato il centrodestra? Forse che abbiamo dimenticato il 61 a 0 alle politiche del 2001?

👌Ma stavolta c’è Cateno! Gli ultimi sondaggi lo danno in ascesa in seconda posizione, a pochi punti percentuali da Schifani.

La novità, che rende insonni le notti dei salotti del potere politico, è la percentuale raggiunta dalle sue liste che, se l’ascesa dovesse interrompersi alla data di oggi, dovrebbero ricevere tra il 25% e il 30% dei voti complessivi.

🤞E’ questa la novità!

👍 Se non ci fosse stato Cateno la Lega sarebbe sicura di aver guadato la soglia di sbarramento del 5%, così come la Nuova Dc e gli Autonomisti e popolari avrebbero la loro chance di portare più deputati al Parlamento più antico d’Europa.

💡E invece c’è Cateno!

Per colpa di Cateno la Chinnici e Di Paola non hanno speranza. Per colpa di Cateno ogni voto dato alla Lega rischia di essere inutile.

Per colpa di Cateno la Nuova Dc e gli Autonomisti e popolari non avranno alcun candidato eletto.

🙏🏼E’ questa la sfida di oggi: votare per Cateno per sconfiggere la vecchia classe politica asservita ai diktat nazionali oppure votare per Schifani, che in vita sua non ha mai amministrato, né dato dimostrazione di competenze di governo.

✊🏼A voi Siciliani la scelta!

#movimentosicilianodazione

Rispondi