I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato, hanno condannato a 3 anni e 10 mesi di reclusione Danilo Albanito, 20 anni, di Canicattì, imputato di estorsione a seguito di una denuncia subita dai genitori che lui avrebbe minacciato con un coltello per ottenere soldi e comprare droga. Il difensore, l’avvocato Calogero Meli, ha proposto invano la riqualificazione del reato da estorsione a maltrattamenti in famiglia.

Rispondi