Di Nicolò Giangreco.
Sono venuto a conoscenza dell’abuso di potere esercitato stamani sopra il treno da parte di un impiegato delle Ferrovie dello Stato contro una decina di pendolari solo perché sprovvisti di mascherine. Avevate per caso comunicato che le mascherine dopo il liberi tutti di questi mesi fossero ancora obbligatorie sopra il mezzo pubblico? E in ogni caso i ragazzi non si fanno scendere , non si abbandonano alla prima fermata. Quando lo scorso anno scolastico i treni non arrivavano con tanto di abbonamento pagato dovevamo denunciarvi? Ed è successo con una certa continuità. Se avete qualcosa da obiettare contattatemi pure. Non è così che ci si comporta con minorenni pendolari al primo giorno di scuola. Ma so bene che siamo in dittatura, mi spiace che mia figlia educatamente abbia eseguito l’ordine, fossi stato io al suo posto non sarei sceso caro impiegato delle Ferrovie. Se hai qualcosa da dire o da fare la prossima volta contattami e ne parliamo. Ma non ti permettere più l’azione che hai fatto oggi, non si abbandona nessuno per la strada perché non tutti hanno la possibilità di avere genitori disponibili . Le regole vanno rispettate ok, le mascherine vanno indossate ok. In questi giorni mi sono trovato anch’io sfornito di mascherina, ma prontamente la Prefettura ce li ha fornite. Sopra il treno le Ferrovie dello Stato non avevano un pacco di mascherine da dare per sopperire alla mancanza di quei pochi studenti che non l’avevano con sé???? Si vergogni e le ripeto se ha qualcosa da dire mi contatti sono facilmente raggiungibile.

Rispondi