https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1167152573867348&id=1814504457
L’inquietante storia di un uomo che obbedisce al pregiudicato per mafia, Marcello Dell’Utri, che tira le fila nell’Agrigentino: il parlamentare regionale Riccardo Gallo.
È stato inserito nel listino del candidato-presidente Schifani, assieme al nipote di Raffaele Lombardo ed alla moglie di Decio Terrana.
Tutto in ‘famiglia’ si direbbe?
No, c’è di più.
Anche l’assessore regionale uscente, l’agrigentino Marco Zambuto, è stato indicato da Gallo ed imposto a Musumeci da Dell’Utri, così come l’attuale direttore del parco archeologico di Agrigento, Roberto Sciarratta…

Fui il primo – e per lungo il solo – a pubblicare il caso Sciabica-Gallo
https://www.lavalledeitempli.net/2015/02/24/lon-riccardo-gallo-afflitto-indagato-per-omicidio-mafia-stampa-non-pubblica-nulla/

2 marzo 2015
Riccardo Gallo minacciò di querelarmi ma non mi querelò mai
https://www.lavalledeitempli.net/2015/03/02/canto-gallo/

23 Aprile 2015
Tentarono di non processare Sciabica per evitare che la vicenda di Riccardo Gallo venisse approfondita. Oltre a riportare nell’articolo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo (Seconda Sezione), seduta del 21 ottobre 2014, dalla quale si evinceva come fosse possibili processare Sciabica – nonostante gli accordi con la giustizia tedesca – inviai gli atti alla procura. Credo che anche in quel caso mi feci non pochi nemici…
https://www.lavalledeitempli.net/2015/04/23/si-autoaccusa-di-quattro-omicidi-ma-non-puo-essere-processato/

Arnone, che oggi scopre la vicenda Gallo-Sciabica, all’epoca fu tra coloro i quali mi accusavano di aver scritto il primo articolo (in assoluta solitudine) mentre la stampa agrigentina e i “giustizialisti” si giravano dall’altro lato per non vedere…
https://www.lavalledeitempli.net/2017/08/30/riccardo-gallo-afflitto-giustizialista-orologeria/

Rispondi