Casteldaccia-Akragas 1 – 1: Pavisich risponde a Lapi

Primo pari in campionato per l’Akragas, fermata sul risultato di 1 a 1 in trasferta da un ostico e battagliero Casteldaccia. Partita avvincente fin dal calcio d’inizio, con i biancoazzurri poco incisivi e reattivi nella prima frazione di gioco. Il Casteldaccia trova il gol in apertura, al primo vero affondo, con un tiro da fuori area del centrocampista Lapi che interrompe l’imbattibilita’ in campionato di Elezaj. La reazione dell’Akragas è veemente. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Caccetta colpisce la traversa con un bel colpo di testa. Poi il Casteldaccia, in contropiede, crea qualche apprensione alla difesa biancoazzurra. L’Akragas prova a fare la partita ma non riesce a creare seri pericoli alla porta di Di Paola. Nella ripresa, la squadra di Nicolò Terranova aumenta il forcing e sfiora più volte il pari con Barrera e Mansour, salvataggi sulla linea di Prestigiacomo. L’Akragas ha protestato anche per un calcio di rigore, apparso netto, non fischiato dall’incerto Melodia di Trapani: il portiere Di Paola frana su Mansour dopo che l’esterno offensivo akragantino è riuscito a colpire il pallone, salvato poi sulla linea di porta da Prestigiacomo. Vane le sacrosante proteste dell’Akragas. Nel finale espulso Mansour per proteste. E al 95esimo, l’attaccante Santiago Pavisich riesce a battere il portiere del Casteldaccia con un tiro preciso in piena area di rigore. Con il punto ottenuto, l’Akragas sale in classifica a quota 10 punti e domenica prossima, allo stadio Esseneto di Agrigento, ospiterà il Marineo.

Rispondi