“L’onorevole Micciche sarà libero di optare serenamente tra Senato e Assemblea regionale siciliana, luoghi istituzionali dove è stato contemporaneamente eletto. Per quanto riguarda l’azione del mio Governo, essa sarà improntata al massimo impegno per migliorare le condizioni di vita dei siciliani tutti”.

Così, a margine dell’incontro di oggi a Villa Airoldi a Palermo con il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, il presidente della Regione siciliana, Renato Schifani, ai cronisti che gli chiedevano un commento sull’intervista rilasciata da Gianfranco Miccichè all’edizione dì Palermo del quotidiano la Repubblica sulla sua scelta di optare fra Roma (Senato) o Palermo.

“Me lo dicono, vogliono mandarmi a Roma. Ma io ho preso un impegno. Non dico “abbiamo scherzato, vado a fare il capogruppo al Senato” e lascio qui tutto com’era” dice l’attuale coordinatore azzurro nell’intervista. Di fatto per sgomberare il campo dalla sua presenza ‘ingombrante’ Miccichè rivendica l’assessorato alla sanità per Forza Italia e in particolare per uno dei ‘suoi’. Una bella grana per il Presidente Schifani che proprio per quel assessorato pensava ad un tecnico.

Rispondi