Pistole alla tempia e rapine

A Palermo i poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato tre presunti componenti di una banda protagonista di tre rapine violente commesse a Palermo fra gennaio e agosto a danno di un distributore di carburante e di due supermercati, utilizzando auto rubate poi incendiate e una pistola a salve priva di tappo rosso perfettamente riproducente una pistola vera. Si tratta di Gianluca Cintura, 25 anni, e Vincenzo Filippone, 22 anni, trasferiti in carcere, e Gaspare Emanuele Ribaudo, di 19 anni, ristretto ai domiciliari. Gli episodi contestati risalgono al 18 gennaio, 23 e 26 agosto. I tre hanno provocato il panico sia puntando l’arma alla tempia delle vittime, sia con gli incendi delle tre auto rubate, sempre una Fiat Panda, e usate per le rapine. In occasione dell’assalto al distributore di carburanti Eni “Torre Bonagia”, l’immediata fuga dei dipendenti ha costretto la banda a fuggire altrettanto senza bottino. I supermercati bersaglio dei colpi il 23 e il 26 agosto sono stati due Ard discount: in via Placido Rizzotto e in via Gaetano Mosca. Il bottino è stato di 500 euro nel primo e 1.500 nel secondo caso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: