Il primo anniversario della strage di Ravanusa, l’appello di Luigi Pagliarello

Domani, domenica 11 dicembre, ricorre il primo anniversario della strage di Ravanusa. Luigi Pagliarello, padre di Selene, la donna di 30 anni, prossima a partorire il suo bimbo, Samuele, morta vittima, insieme ad altre nove persone, dell’esplosione provocata dalla fuga di gas da una condotta pubblica, ha lanciato un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, affinchè l’inchiesta in corso abbia una svolta concreta. In sintesi così: “Presidente, da padre di famiglia, veda di far arrivare a chiudere almeno questa parte d’indagine, perchè per noi è doloroso. Dopo un anno è inutile aspettare ancora. Questa è la richiesta di uomo al quale la fuga di gas ha tolto la figlia, il genero e quel tanto atteso nipote che ha potuto conoscere solo all’obitorio”. Per la strage di via Trilussa sono dieci le persone attualmente indagate dalla Procura di Agrigento. Si tratta dei vertici, nazionali e regionali, di Italgas reti. L’ipotesi di reato contestata è disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Domani, domenica 11 dicembre, nella chiesa Madre di Ravanusa, il vescovo Alessandro Damiano celebrerà una messa. Nel pomeriggio di oggi invece, dalle ore 18 in poi, Selene, il marito Giuseppe Carmina e il piccolo Samuele saranno ricordati nel santuario della Madonna dell’Aiuto a Campobello di Licata, loro paese d’origine.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: