Blitz dei Nas nelle Rsa, blocco dei ricoveri a Comiso, sospensione a Gela

I carabinieri del Nas di Ragusa hanno portato a termine una vasta operazione di controllo che ha interessato per un verso le Rsa e le case di riposo, per un altro le attività legate alla ristorazione. Le verifiche hanno interessato le province di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta.

In una Rsa, situata a Comiso, nel Ragusano, i carabinieri hanno accertato anomalie e difformità agli standard ragionali. La relazione è stata inviata all’Asp di Ragusa che ha disposto il blocco dei ricoveri presso la struttura in esame ed il ricollocamento dei pazienti presso altri reparti del P.O. di Comiso.

A Gela, nel Nisseno, le verifiche in una Rsa ha permesso di svelare gravi carenze in materia organizzativa, funzionale e assistenziale, nonché criticità nel sistema anti incendio. In questo caso, l’Asp ha deliberato la sospensione dell’attività ed il ricollocamento degli ospiti in altre strutture.

“Come richiesto a seguito di sopralluogo dei NAS di Ragusa, è stata – dice Elia – temporaneamente sospesa l’attività presso la RSA di Comiso. Per evitare le infiltrazioni d’acqua dal tetto, che si sono palesate in maniera grave a seguito delle ultime piogge, all’interno della struttura verranno eseguiti un paio d’interventi: il primo, che sarà avviato già nei prossimi giorni, prevede la sistemazione localizzata del tetto, attraverso l’impermeabilizzazione della copertura nelle porzioni dove sono state riscontrate le maggiori criticità”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: