La donna di 51 anni, V G, che ha investito a Termini Imerese la bambina di 4 anni, Patrizia Rio, corsa in strada fuori da un cancello dopo essere sfuggita al controllo dei genitori, e travolta dalla donna che non è riuscita a frenare in tempo, è preda di estremo sconforto. E ha affermato: “Darei la mia vita pur di far ritornare in vita la piccola Patrizia. Non riesco a darmi pace per quanto accaduto, è stata una tragica ed inevitabile fatalità. Sono distrutta e vorrei abbracciare i genitori della bambina, non so se avrò modo di incontrarli ma voglio far sapere loro che il loro dolore è anche il mio dolore”. Lei è scesa dall’auto e disperata ha dato ai genitori della bimba la sua automobile per trasportarla subito al pronto soccorso. Si è recata anche lei in ospedale, ma le forze dell’ordine presenti hanno ritenuto opportuno condurla in caserma per evitare tensioni con i familiari della piccola. Gli esami tossicologi eseguiti all’ospedale “Giglio” di Cefalù hanno reso esito negativo.

Rispondi