La rissa in discoteca a Carini, altro colpo di scena, spari ad altezza uomo

Il Questore di Ragusa ha disposto la sospensione delle attività per 30 giorni della discoteca “La Dolce Vita” a Vittoria, il locale dove all’alba di Capodanno è stato ucciso il tunisino Marouene Slimane, di 30 anni, ferito mortalmente a sprangate da un gruppo di romeni. Il provvedimento scaturisce anche dall’essere accadute precedenti risse e aggressioni. E nel testo si legge: “L’obiettivo è porre un freno ad una situazione che costituisce un potenziale pericolo per il regolare mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, rappresentando quel locale un punto catalizzante di ritrovo di soggetti pregiudicati e pericolosi”. Il titolare dell’esercizio è stato anche denunciato e multato per avere organizzato, nella notte di Capodanno, una serata da ballo senza la licenza di pubblica sicurezza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: