Innanzi al Tribunale di Sciacca si è concluso, con la condanna a 6 mesi di reclusione, il processo a carico di Lillo Saladino, 53 anni, di Santa Margherita Belice, imputato di avere strattonato e minacciato il sindaco Gaspare Viola affinché si attivasse a suo favore per un posto di lavoro. Gli si contestano i reati di violenza privata (poi non riconosciuto in mancanza di denuncia di parte) e resistenza a pubblico ufficiale. In sede di convalida dell’arresto Saladino ha spiegato: “Ero disperato a seguito della revoca del sussidio del reddito di cittadinanza per alcuni problemi avuti con la giustizia. Non ho chiesto un lavoro ma sussidi da parte del Comune”.

Rispondi