Non riusciva a svegliarsi, bimbo di 18 mesi intossicato dalla droga, un altro caso al “Di Cristina”

Nuovo caso di intossicazione da cannabis di un bimbo di 18 mesi arrivato all’ospedale dei Bambini accompagnato dai genitori perché non si svegliava. Il bimbo sta bene ed è in via di guarigione ricoverato nel reparto di neuropsichiatria infantile. Adesso, sono in corso accertamenti da parte della procura per i minorenni.

Dopo la bimba salvata la scorsa settimana dai medici del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Di Cristina di Palermo, diretto da Domenico Cipolla, un nuovo caso. I medici hanno eseguito gli esami di sangue e delle urine hanno subito confermato la positività alla cannabis. La famiglia, che vive in periferia a Palermo, ha continuato a sostenere che il figlio ha assunto lo stupefacente in casa. I sanitari hanno avvisato le forze dell’ordine, la procura e gli assistenti sociali per tutte le verifiche sulle condizioni in cui vive il bambino.

Qualche settimana fa un piccolo di 13 mesi era stato portato sempre al pronto soccorso del nosocomio di Cristina più noto come Ospedale Bambini per aver ingerito cannabis. A rivolgersi ai medici sono stati i genitori, una coppia di romani a Palermo per lavoro, preoccupati per le condizioni del figlio. I medici in servizio hanno visitato il bambino sottoponendolo anche a una Tac che ha riscontrato una frattura cranica.

blogsicilia