Un indagato per l’incidente che ha provocato la morte di Francesco Mannella

Lo scorso 19 aprile un incidente lungo la strada statale 118 tra Agrigento e Raffadali ha provocato la morte di Francesco Mannella, 29 anni, di Porto Empedocle, operatore ecologico. Lui, alla guida di una Volkswagen Golf, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con un’altra Golf, con a bordo due uomini di 20 e 21 anni, feriti lievemente. I Vigili del fuoco hanno estratto i tre dagli abitacoli accartocciati. Sono stati trasportati dalle ambulanze del 118 al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” ad Agrigento, dove Mannella, in codice rosso, è deceduto a causa delle gravi ferite subite. Ebbene adesso la Procura della Repubblica di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati, per l’ipotesi di reato di omicidio stradale e lesioni personali colpose, l’automobilista 20enne di Raffadali alla guida della Volkswagen Golf. Il pubblico ministero Gaspare Bentivegna ha disposto degli accertamenti tecnici per ricostruire la dinamica del sinistro. L’incarico è stato conferito all’ingegnere Pietro Minacapilli.