Category Archives: Mafia

Il gioco grande del potere

Così, quando si trattò di inventare un titolo per questo libro dedicato a miei quarant’anni di cronista nei meandri della storia d’Italia pensai all’espressione che Giovanni Falcone aveva adoprato anche con me in una delle ultime volte che lo avevo incontrato. Lui mi chiamava semplicemente “quella della P2” perché sempre…

Strage Borsellino: quando le dichiarazioni di Spatuzza a Grasso, rimasero nei cassetti e per 10 anni

Quando Spatuzza parlò di via D’Amelio, e non successe niente per dieci anni Il documento completo del “colloquio investigativo” del 1998 tra il collaboratore di giustizia e i magistrati Vigna e Grasso Che cos’è questo documento? La mattina del 26 giugno 1998 il capo della Direzione Nazionale Antimafia e il…

Sistema Montante: udienza gup, ammesse altre parti civili.

Oggi è iniziata con le richiesta di altre costituzioni di parte civile, l’udienza che si celebra a Caltanissetta con il rito abbreviato, davanti al GUP Graziella Luparello, nei confronti dell’ex leader di Confindustria Antonello Montante e di altri cinque imputati. Le richieste avanzate dall’editore e direttore responsabile del settimanale ‘Centonove’,…

Io, sbirro a Palermo

Non è un racconto autobiografico, non è solo quello. Non è la testimonianza di un poliziotto che ha lavorato con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma è anche quello. Non è il racconto di un vissuto quotidiano in polizia, tra indagini, rischi e burocrazia, ma c’è anche quello. E’ l’esposizione…

giorni di mafia

“Giorni di mafia” era un progetto editoriale semplice e difficile allo stesso tempo. Nel 2016 l’editore Laterza mi propose di scrivere un libro di un centinaio di pagine, dove in cento date si potesse condensare una breve storia della mafia. Quelle cento date, concordammo subito, non potevano però essere altrettante…

Mafia, confisca da oltre 4 milioni di euro

La Direzione investigativa antimafia ha confiscato beni per oltre 4 milioni di euro all’imprenditore Vito Di Giorgi, originario di Campobello di Mazara, già ritenuto “persona socialmente pericolosa” dal Tribunale di Trapani che gli ha inflitto la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Secondo gli…

Il caso Mattei

Enrico Mattei, insieme al giornalista americano William McHale e al pilota Irenio Bertuzzi. Quella notte nella campagna pavese a precipitare, insieme a lui, è il sogno di un’Italia libera, energeticamente e quindi politicamente, e protagonista nel mondo. Il suo omicidio è un fatto accertato in via giudiziaria che però qualcuno,…

Confessioni di un padre

Conobbi la storia di Emilio Di Giovine tramite i racconti di sua sorella Rita, tra le prime donne di ‘ndrangheta a trovare il coraggio, nel 1993, di collaborare con la giustizia. Una giustizia incarnata dal dottor Maurizio Romanelli, allora Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano che, dopo aver raccolto…

Pippo Fava, un antieroe contro la mafia

L’ultimo dei nove giornalisti uccisi in Italia dalle mafie è Beppe Alfano, ammazzato a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, l’8 gennaio 1993. Sono passati 25 anni e da allora la mafia non uccide più cronisti, così come non fa più strage di politici, magistrati o poliziotti. Ma…

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi

Fu una giovinezza segnata dalla Resistenza, all’insegna della passione civile negli anni del dopo guerra, fu una maturità consolidata nell’impegno nelle Istituzioni, che condusse Tina Anselmi nell’ottobre del 1981 alla Presidenza della Commissione Bicamerale Inquirente sulla Loggia Massonica P2 di Licio Gelli, la cui esperienza è testimoniata dai 773 foglietti,…

Briganti

E’ ancora una ferita aperta della nostra storia. Una macchia che ancora pesa sull’eterna frattura tra nord e sud d’Italia. E’ la rivolta contadina del brigantaggio, vera guerra civile repressa senza scrupoli a colpi di cannoni, leggi speciali, eccidi, fucilazioni senza processo. “Briganti, controstoria della guerra contadina nel sud dei…

I pezzi mancanti

Sarà meglio iniziare dalla fine. Perché in pochi, ormai, sembrano ricordare cosa è accaduto davvero a Palermo negli ultimi trent’anni. Sono stati uccisi il prefetto, il presidente della Regione, il segretario del principale partito di governo e quello dell’opposizione, il procuratore della Repubblica, il capo della squadra mobile, il comandante…