Proprio oggi è arrivata la notizia che tutti non volevano che arrivasse. Gigi Buffon farà la sua ultima partita con la Juventus proprio sabato e dopo anni e anni di militanza nella sua squadra, la più amata degli italiani, lascia il mondo Juve in attesa di capire cosa….. farà da grande. Una conferenza stampa accanto al suo amico Andrea Agnelli come lui stesso definisce, e una commozione ai limiti del pianto  che ha commosso anche i non juventini, per una lunga e prestigiosa carriera con trofei vinti e con l’unica amarezza sportiva di non aver potuto mettere le mani sulla Champions, chiodo fisso di una carriera che l’ha messo di fronte al tempio del calcio.
 Si attende dalla prossima settimana il suo futuro lavorativo o meno, con offerte che non sono mancate da parte del presidente Agnelli all’interno della società ma, che saranno valutate solo se l’ambizione di mettere le mani sulla coppa con le orecchie, può metterlo di fronte ad una decisione di poter fare uno “sgarbo” ai tifosi delle Juve, andando ad indossare una maglia di qualche top club estero. Inutile spendere parole sul miglior portiere che l’Italia possa aver vantato di avere , ma certamente il suo garbo, personalità e la sua schiettezza l’ha messo sempre in prima fila e, se proprio vorremmo trovare un difetto sulla sua carriera può essere il fatto di aver preso un cartellino rosso (da capire ancora la motivazione)  nella sua partita più importante, e cioè nella recente notte Champions di Madrid.
Antonio David.  -. ForestaliNews

Rispondi