Agghiacciante tragedia familiari a Francavilla al Mare  in provincia di Chieti dove un padre getta la figlia di 12 anni dal cavalcavia dell’autostrada A14 e poi minaccia il suicidio. Succede il tutto nella giornata di domenica dove lo stesso suicida nel contesto, non permette ai soccorritori di farsi avvicinare e intervenire. Quindi tra “l’incudine” di soccorrere la bambina a cui non si conosce lo stato di salute e, il “martello” che minaccia il suicidio.

Più passa il tempo e più è difficile capire come possano essere le condizioni della piccola visto che ha fatto un volo di circa 20 metri, con quindi speranze che tendono ad affievolirsi. Bloccato lo stesso elisoccorso del 118 che si è messo in volo da Pescara, nel tentativo di atterrare e impedire l’esito della rimedi azione. Presenti anche sul posto i Vigili del Fuoco,Polizia e Carabinieri e il procuratore di Chieti in attesa di capire come si svolge la vicenda e mettere in atto una soluzione per arrivare ad una conclusione utile per entrambe le situazioni.

Dalle prime ricostruzioni sembra che ci possa essere un problema di separazione con la moglie e coincide anche il fatto che nella stessa giornata sia stata ricoverata una donna all’ospedale di Chieti in grave condizioni riportate da traumi violenti dopo una caduta dal quarto piano di un’abitazione. Secondo gli inquirenti sembra che la donna sia la moglie dell’uomo che dopo tutto questo……… tenta di togliersi la vita. Si attende comunque si ricostruire tutta la vicenda per dare delle risposte chiare

Antonio David –  ForestaliNews

Rispondi