Si è conclusa ieri sera l’inutile trattativa di convincere Fausto Filippopne di 49 anni di Chieti a non compiere il gesto finale di suicidarsi gettandosi dal viadotto di Francavilla al Mare sulla A14. L’uomo ieri per tutta la giornata è rimasto aggrappato al parapetto del viadotto dopo aver gettato la figlia di 12 anni , costringendola a salire sul cavalcavia con la forza e a lasciarsi cadere all’altezza di circa 40 metri. All’arrivo dei soccorsi, ha intimato la Polizia di non avvicinarsi. e gridando a gran voce che se si fossero avvicinati i soccorsi si sarebbe gettato giù. Verso le 20.00 l’uomo si è lasciato cadere volontariamente
Nello stesso frangente la convivente Maria Angrilli di 52 anni, insegnante di lettere a Pescara, è morta all’ospedale di Chieti dopo essere caduta dal quarto piano di casa a Chieti in mattinata e ricovera urgentemente per gravi lesioni interne. Si sta valutando sotto gli ordini del procuratore di Chieti, Lucia Campo di capire se i due episodi siano legati dalla stesso movente, quindi con relativa colpa o meno del compagno.

Antonio David – ForestaliNews

Rispondi