La Guardia di Finanza di Caltanissetta ha denunciato l’amministratore di un ente di formazione per indebita percezione di erogazioni pubbliche, truffa allo Stato e reati fallimentari. Le Fiamme Gialle hanno accertato un danno all’erario per quassi 22 milioni di euro, ed una truffa aggravata per oltre un milione e 700mila euro. L’attività di indagine è scaturita a seguito della dichiarazione di fallimento dello stesso ente di formazione. Gli accertamenti condotti dal Nucleo di Polizia Economica Finanziaria di Caltanissetta, dal 2016 ad oggi, hanno testimoniato la cattiva gestione del rappresentante legale sia nell’uso illegittimo delle erogazioni pubbliche, che nella mancata rendicontazione dei progetti finanziati e nell’omessa tenuta della contabilità al fine di rendere impossibile la ricostruzione del patrimonio dell’impresa. L’uomo è indagato per bancarotta semplice e fraudolenta.

Rispondi