Truffa ad Agrigento. Farmacista toglie le fustelle dai medicinali per chiedere il rimborso sanitario !

Inaspettata truffa ai danni dello Stato da parte di un farmacista agrigentino che ha pensato bene di togliere le fustelle dagli scatoli dei medicinale per chiedere il rimborso al sistema sanitario nazionale. Si tratta di circa 500 scatoli di vendita regolare ai clienti a cui i Carabinieri hanno chiamato l’operazione condotta “prendi uno pagano in due” visto che in entrambi i casi si estorceva denaro e a cui quindi è scattata la denuncia per tentata truffa aggravata.
Il Nucleo operativo della Compagnia di Agrigento in collaborazione con i Nas di Palermo hanno controllato e setacciato i controlli in altre farmacie della città e monitorando tutt’ora il sistema informatico . Il fustello o “talloncino” viene tolto dallo scatolino del medicinale al momento in cui viene venduto al cliente e quando la prescrizione del farmaco è rimborsabile, attestando la garanzia dell’autenticità del commercio in Italia.

Antonio David – ForestaliNews

Rispondi