Le alte temperature di questi ultimi giorni ha iniziato a mettere in difficoltà i cittadini per le ondate di afa e anche i vari territori che iniziano a prender atto che le erbacce e la sterpaglia già hanno una altezza tale da preoccupare le zone boschive e gli altopiani. Ieri sono stati oltre 223 gli interventi dei vigili del fuoco in Sicilia per incendi boschivi. Le province più colpite sono state quelle di Catania, Siracusa, Agrigento e Palermo, con impiego della flotta aerea del Corpo dei Vigili del Fuoco che hanno messo in azione i propri Canadair oltre gli uomini da terra, su sterpaglie e incuria degli stessi proprietari terrieri che nonostante le delibere dei singoli comuni, sottovalutano la problematica che potrebbe causare danni maggiori a quelli preventivati.

Arginare al meglio il territorio e prevenire un’annata che ha già messo in atto diverse chiamate di aiuto, quindi si prevede un’altra annata abbastanza impegnativa ma, supportata diversamente da un impiego di forze maggiore rispetto agli anni passati, visto l’accordo messo in atto dal Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci con gli organi di inter force che prevede l’impiego della protezione civile, Vigili del Fuoco,Aeronautica,Carabinieri e gli stessi uomini del Corpo Forestale che prenderanno servizio il 15 Giugno in vigore della norma nazionale di campagna antincendio fino al 15 Ottobre.

Antonio David  –  ForestaliNews

Rispondi