Non si è ancora risolto il caso internazionale della nave Aquarius, con 629 immigrati a bordo, a cui Malta ha rifiutato l’approdo nonostante l’invito espresso dall’Italia. Nel frattempo altri migranti sono stati salvati a largo della Libia. Si tratta di circa 800 persone. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha ribadito: “Oggi la nave Sea Watch 3, di una organizzazione non governativa tedesca e battente bandiera olandese, è al largo delle coste libiche in attesa di effettuare l’ennesimo carico di immigrati da portare in Italia. L’Italia ha smesso di chinare il capo e di ubbidire. Stavolta c’è chi dice no. È necessario, stavolta, che tutti comprendano che il diritto internazionale non può prevedere un’Italia abbandonata a se stessa. Noi salveremo sempre le vite umane, ma Malta è la spia di un’Europa che deve cambiare. Ieri il premier Conte ha inviato due motovedette con medici a bordo, e questa mattina ne sono state inviate altre due: le condizioni a bordo sono buone, ci sono viveri e stiamo aspettando l’ufficialità della risposta di Malta. Certamente per alcuni giorni ci saranno viveri a sufficienza e a breve ci sarà evidentemente una risposta”.

Rispondi