“Prima VITTORIA!

629 immigrati a bordo della nave Aquarius in direzione Spagna, primo obiettivo raggiunto!

Non sta scritto da nessuna parte che gli immigrati debbano sbarcare tutti, e sempre, in Italia.

Stiamo facendo di più noi in una settimana che la Sinistra in sette anni”

Il giornalista Vittorio Feltri giustamente sottolinea: “Matteo Salvini è un eroe, è il primo ministro a riuscire a bloccare gli sbarchi”.

Ma andiamo a verificare cosa continua a succedere nel Mediterraneo, ed in modo particolare nel Canale di Sicilia.

Tutte quante le navi delle cosiddette ONG (Organizzazioni non governative) che vanno a pescare decine di migliaia di disperati, andando a raccoglierli anche direttamente dalle coste libiche, sono straniere, non ce n’è una italiana.

Sono olandesi, tedesche, spagnole e di varie altre nazionalità. La Aquarius, la nave che voleva a tutti i costi sbarcare in Italia, con un carico di ‘carne umana’ di 629 immigrati, è ad esempio di una ONG tedesca e batte bandiera olandese.

Tutte quante queste imbarcazioni, ma anche quelle che arrivano alla spicciolata, attraverso i famigerati ‘sbarchi fantasma’, che sfuggono a qualsiasi controllo delle Forze dell’Ordine, finora hanno scaricato, principalmente sulle coste siciliane, ogni anno, non meno di 200 mila immigrati irregolari, e tra questi migliaia di delinquenti, di fuoriusciti dalle carceri tunisine e di terroristi.

Di tutti quelli che arrivano, solo 7 su 100 hanno diritto di potere essere accolti in Italia. Il resto rappresenta solo una terribile massa d’urto, per destabilizzare il nostro Paese, ma anche l’intera Unione Europea.

Si tratta di bombe umane ed anche di orde di assassini che vengono scaricate, principalmente in Italia, per sostituire i nostri giovani figli, costretti ad emigrare, in cerca di un lavoro che in Italia non trovano più; per colpa dei passati Governi a guida Monti, Letta, Renzi e Gentiloni che hanno consentito, con l’ingresso di milioni di disperati, di fare abbassare i salari e le tutele dei lavoratori italiani.

Hanno creato così quello che una volta veniva chiamato ‘esercito di disoccupati di riserva’, in modo tale da costringere anche milioni di disoccupati italiani a lavorare per meno di 2 euro l’ora, senza contributi previdenziali ed assicurativi.

Una vergogna ed una mortificazione della dignità umana senza precedenti!

A questo bisogna aggiungere che gli oltre 600 mila clandestini che vivono in Italia, servono anche a portarci la guerra dentro casa.

E sì, le guerre moderne oggi si combattono così!

Dopo avere spogliato di ogni risorsa i paesi africani, dopo avere ridotto alla fame un intero continente, dove la crescita demografica galoppa all’infinito, le ONG e chi ci sta dietro, ossia alcuni ‘Stati canaglia’, nemici dell’Italia, e delle ben individuate multinazionali, ci catapultano in Italia ed in Europa questa marea di gente, costringendoci anche a pagare un insopportabile costo per la loro accoglienza che, nel nostro Paese, è il più alto al mondo.

35 euro per gli adulti e ben oltre le 100 euro al giorno per i minori non accompagnati.

Per una spesa complessiva che, se si tiene conto dei servizi d’ordine e dell’assistenza sanitaria, supera abbondantemente i 10 miliardi di euro l’anno.

Soldi che sono andati a finire, tutti quanti, nelle tasche di chi gestisce delle cooperative di accoglienza create appositamente per lucrare sulla pelle di centinaia di migliaia di esseri umani, utilizzati come un vero e proprio esercito, per invadere i nostri paesi e le nostre città.

Si tratta di cooperative che sono state molto vicine a Renzi od all’ex ministro dell’Interno, l’agrigentino Angelino Alfano, perché con loro si era stabilito un rapporto di mutuo scambio…

Ricordiamo inoltre che Gentiloni ed il suo governo, ed i governi che l’hanno preceduto, hanno fin qui speso quei 10 miliardi l’anno per accogliere, negli hotel di lusso, non meno di 200 mila clandestini che andavano semplicemente espulsi dall’Italia. A questi soldi, tolti di bocca ai nostri figli, per alimentare questa gigantesca truffa dell’immigrazione clandestina, dobbiamo aggiungere i 20 miliardi di euro destinati alle banche, quali Monte dei Paschi di Siena e Banca Etruria, saccheggiate da ‘amici e compagni del PD’ con De Benedetti o la famiglia Boschi in primis.

Poi è stato davvero mortificante constatare, che solo nell’ultimo anno di governo targato PD, si sono resi conto che in Italia esistevano i poveri, svariati milioni di poveri, quelli che hanno creato loro stessi per fare cosa gradita alle multinazionali, alle banche ed agli speculatori finanziari, con i quali sono andati a braccetto.

Hanno così tentato, in maniera vergognosamente tardiva di destinare, poco più di un miliardo di euro, attraverso quel miserrimo provvedimento chiamato ‘reddito di inclusione’, facendo l’elemosina, con un paio di centinaia di euro al mese, a meno di un milione di persone che non hanno di che mangiare, a fronte delle 10 milioni di famiglie italiane ridotte alla fame e che vivono per strada, per colpa del PD e delle sue stampelle, una su tutte quell’Angelino Alfano, definitivamente scomparso dalla scena politica e che era soltanto un’invenzione del PD.

Ricordate le sue stupide alchimie politiche da voltagabbana di professione?

Ha tradito Berlusconi ed ha fondato un partito chiamato Nuovo Centro Destra che, sin dalla sua nascita, era schierato a Sinistra. Poi l’ha smontato e rimontato, chiamandolo Alternativa Popolare che di popolare aveva solo i soldi che ha lucrato assieme alla sua famiglia.

E del padre che ne dite? Ormai ultraottantenne, è stato da sempre comunque suo fidatissimo emissario, una sorta di inviato speciale, incaricato di chiedere favori e tanto altro ancora, in nome e per conto del figlio.

Poi c’è il fratellino minore, collocato, come si ricorderà, a sua insaputa, dentro una società di Poste Italiane, al costo di 200 mila euro l’anno, malgrado il suo modestissimo e raffazzonato curriculum. E poi ancora c’è la moglie avvocato, inondata da migliaia di incarichi legali, ottenuti da tutte le Pubbliche Amministrazioni italiane. E gli amici del cuore, che tanto l’anno gratificato? Su tutti spicca, Antonello Montante, ex presidente di Sicindustria, oggi ospite delle patrie galere di Caltanissetta, nominato da Alfano quale componente dell’Agenzia Nazionale che gestisce i 30 miliardi di euro di beni confiscati alla mafia. Agenzia diretta da un altro amico di Alfano, l’ex prefetto di Agrigento, Umberto Postiglione ed in cui era di casa anche l’amico avvocato, sempre di Alfano, Andrea Gemma.

Il PD, è stato quel partito che si è servita di gente che oggi ha dovuto, obtorto collo darsela a gambe, sparire dalla circolazione, con la speranza di sfuggire ai rigori della legge.

Pur di gestire il potere per il potere e per i soldi, ovviamente, tanti soldi, destinati ai loro cerchi magici, Renzi e compagni, con molta spregiudicatezza, ha preferito dimenticare da tempo che esiste, in democrazia, il cosiddetto popolo sovrano; quello stesso popolo che il 4 marzo lo ha punito, unitamente ai suoi fuoriuscititi, i vari Bersani, D’Alema, Speranza, Grasso e compagnia cantando. Gente che dei cittadini, amici, compagni e lavoratori, come si diceva una volta nei comizi, non gliene frega una mazza.

E, come direbbe Cetto La Qualunque soltanto adesso, ora che sono all’opposizione e non possono più far niente, dopo che per 7 anni consecutivi ci hanno massacrato, hanno affamato tutti quanti, si sono accorti che in Italia esistono i poveri.

Vogliono far dimenticare che Governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni si sono divertiti a tagliare i viveri all’intero popolo italiano, ceto medio compreso, ridotto alla canna del gas e che hanno aumentato di oltre 300 miliardi il debito pubblico.

Toh, ai poveri, voi del PD, non ci avete pensato?

Eravate tutti quanti distratti dalle vostre banche e dai vostri amici delle multinazionali?

E per 7 anni, come Cetto La Qualunque, voi ci avete sempre esclamato ‘ntu culu ai poveri’!

Perché i nostri figli non meritano niente, sono dei bamboccioni, dei buoni a nulla. Mentre i vostri figli, presso le grandi aziende e le banche che voi avete favorito con i vostri impopolari provvedimenti ci avete piazzato i vostri figli, i vostri parenti, i vostri amici. Gente che, anche se si gratta la pancia, dalla mattina alla sera, o peggio ancora sa fare solo intrallazzi, non può guadagnare meno di 200 mila euro l’anno netti. In alcuni casi, anche fior di milioni di euro. Ci riferiamo ad esempio a Giorgio Peluso, ingaggiato dalle banche degli amici della mamma Annamaria Cancellieri, già ministro dell’Interno e della Giustizia, per svolgere l’unica professione che gli riesce benissimo, quella di bancarottiere.

Ma di figli d’arte ne possiamo annoverare una caterva!

C’è il figlio di Giorgio Napolitano, il figlio di Monti o della Fornero, o se preferite la figlia dell’attuale presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tutti quanti collocati in posti chiave, in posti dove essi determinano con le loro scelte, le sorti dei noi popolo-bue, altro che sovrano!

Informatevi meglio e capirete cosa fanno questi e tanti altri figli di papà o i figli di mammà, se preferite!

Sono i più bravi di tutti. Sono stati capaci di occupare posti di rilievo nelle grandi società d’affari, nelle grandi imprese, nelle banche o nella Pubblica Amministrazione, con compensi il cui minimo sindacale, come detto, non può essere inferiore a 200 mila euro l’anno.

Poi c’è il capitolo dei genitori. Ricordiamo, su tutti, papà e mammà Renzi o papà Boschi, ad esempio: che fior di truffatori sono stati!

Ed una certa Sinistra, radical chic e con la puzza sotto il naso ha ancora il coraggio di parlare?

Dovrebbero tacere per almeno altri 10 anni, ed in molti casi restituire il mal tolto; considerato che nei 7 anni che hanno governato, non solo hanno affamato l’intero popolo italiano, ma ci hanno offeso ed umiliati. Hanno calpestato la dignità dei nostri poveri figli, tutti quanti disoccupati e che sicuramente hanno più titoli e sono più meritevoli e preparati dei figli, degli amici e dei parenti di tutti di questi cinici e potenti boiardi di Stato. Si tratta di mandarini che hanno semplicemente utilizzato lo Stato e le sue Istituzioni, come una cosa che appartiene soltanto a loro, trasformando anche gli incarichi pubblici in una sorta di loro esclusivo diritto ereditario.

In altri termini hanno ucciso la nostra democrazia!

Matteo Salvini:

Ecco il mio intervento di questa sera dalla Gruber su La7. Linea dura? Solo BUONSENSO. Il mio dovere è garantire la sicurezza a 60 milioni di italiani.

Condividete anche voi!

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/10155837308203155/?t=0

Salvatore   Petrotto

Rispondi