“L’onda gialloverde, la crociata contro i taxi del mare e il buco nei conti delle ong” (“La Repubblica”). Dopo l’onda nera, ecco l’onda gialloverde. L’ennesima escogitazione dei padroni del discorso e dei pretoriani del pensiero unico mondialista.


“Quanto lungi navighiamo nel gran mare dell’essere, non usciamo mai dal ben definito mare del pensiero”. (B. CROCE, Teoria e storia della storiografia)
fonte diegofusaro.com

Rispondi