Non v’è altra soluzione. Per difendere il lavoro, occorre una pugna asperrima contro il precariato e in nome della dignità del lavoro, contro il competitivismo globale e per l’interesse nazionale.


“Ormai dipendiamo in tutto dai prodotti della tecnica, siamo costretti senza tregua a perfezionarli sempre di più. Essi ci hanno, per così dire, forgiati a nostra insaputa e così saldamente che ne siamo ormai schiavi”. (M. Heidegger, L’abbandono)
fonte diegofusaro,com

Rispondi