Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è intervenuto ancora nel merito del caso della nave Diciotti della Guardia Costiera, a largo di Lampedusa con 177 migranti a bordo. Salvini ha dichiarato: “O l’Europa decide seriamente di aiutare l’Italia in concreto, a partire ad esempio dagli immigrati a bordo della nave Diciotti, oppure saremo costretti a fare quello che stroncherà definitivamente il business degli scafisti. E cioè riaccompagnare in un porto libico le persone recuperate in mare”. E il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesei, che ha formalmente investito della questione la Commissione Europea, aggiunge: “Il governo italiano ritiene indispensabile che la Commissione assuma direttamente l’iniziativa, volta a individuare i Paesi dell’Unione Europea disponibili ad accogliere le persone salvate in mare. Un’azione decisa da parte delle istituzioni europee, che l’Italia naturalmente sostiene appieno, può consentire di superare in modo ordinato e sistemico le difficoltà e rendere strutturale l’approccio di condivisione degli oneri, peraltro già applicato più volte, negli ultimi due mesi, sulla base di intese ad hoc fra gli stessi Stati”.

Rispondi