Tre attivisti di Emergency Response Centre International  sono stati arrestati in Grecia.  Sembrerebbero legati a una rete criminale che ha facilitato  l’ingresso illegale di svariate migliaia di stranieri che non hanno alcun diritto d’asilo.

Sono complessivamente 30 i componenti di una ben più composita associazione a delinquere, individuati dalla Polizia greca e ramificata a livello internazionale.

I tre membri dell’Organizzazione non governativa contattavano sistematicamente i migranti, attraverso i social network, favorendo il loro ingresso  illegale in Grecia.

Per monitorare i flussi migratori  intercettavano  illegalmente le comunicazioni  della Guardia costiera greca e dell’Agenzia europea di confine Frontex.

E in Italia?

Rispondi