La seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Luisa Turco, e con Giuseppe Miceli e Antonio Genna a latere, ha assolto, “perché il fatto non sussiste”, Luigi Carbone, responsabile dell’ufficio recupero crediti dell’ex Banco di Sicilia, e Vincenzo Martorana, già vice direttore della filiale del Banco di Sicilia di Casteltermini. I due sono stati imputati di avere praticato tassi d’usura nei rapporti finanziari con una imprenditrice nel settore della ristorazione di Casteltermini, parte civile tramite l’avvocato Remo Tripodo. Carbone e Martorana sono assistiti invece dagli avvocati Nino Gaziano, Michele Pellitteri ed Enzo Caponnetto. Lo stesso Gaziano commenta: “Si conclude, dopo 30 anni, un lungo e travagliato iter giudiziario. Il mio assistito, Martorana, è dal 1991 in pensione ed è un ultra ottantenne”.

Rispondi