Un successo la festa nazionale de La Croce quotidiano tenutasi nei giorni 22 e 23 settembre nella splendida cornice di Poppi e Camaldoli, con le loro bellezze naturali ed artistiche.
Da Bolzano ad Agrigento sono convenuti dirigenti e militanti del Popolo della Famiglia da tutta Italia, per ripartire insieme dall’eredita’ del popolarismo e da una riflessione sulla sapiente elaborazione politica del codice di Camaldoli e declinarla rispetto alle sfide dell’odierno scenario politico italiano ed europeo e alle singole realtà territoriali.
Un laboratorio di futuro e di speranza contraddistinto da una rinnovata passione per l’impegno politico, una famiglia in festa che il salone del Castello di Poppi non riesce a contenere, per ripartire in vista dei prossimi appuntamenti elettorali con analisi e proposte a scala comunale, regionale, nazionale ed europea riguardanti diversi ambiti e temi che chiedono risposte concrete alla politica.
I cofondatori Presidente Mario Adinolfi e Coordinatore nazionale Nicola di Matteo ribadiscono la linea che ha ispirato il movimento politico sin dal momento della sua fondazione, tesa a dare rappresentanza politica ad un popolo illuso e tradito che si pone a difesa dei principi non negoziabili di vita, famiglia e libertà educativa.
Ai messaggi augurali rivolti da diversi pastori, in relazione alla mission del PDF a servizio dell’uomo e del bene comune, si aggiunge la gioiosa notizia dell’udienza privata con il Santo Padre del prossimo 17 ottobre, che onora e conferma il Popolo della Famiglia nella fedeltà alla Dottrina Sociale della Chiesa come fonte di ispirazione e punto di riferimento dell’impegno politico.
Palermo, 24 settembre 2018

Rispondi