Si amplia ulteriormente la corrente di vendite in Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha toccato un ribasso minimo di giornata del 3%, con le banche sotto la pioggia di vendute. Banca Ifis perde il 10%, Banco Bpm, Bper e Creval il 7,8%, Unicredit, Intesa oltre sei punti percentuali, Ubi è sospesa in asta di volatilità. Le vendite coinvolgono anche altri titoli strutturali, come Enel e Generali, che cedono il 4%. Astaldi, dopo la domanda di concordato preventivo ‘con riserva’, crolla del 22%.

Tensioni sui titoli di Stato italiani dopo il rapporto deficit/pil previsto al 2,4% per tre anni nella nota di aggiornamento al Def. Lo spread tra Btp e Bund supera anche la soglia dei 270 punti base, a 272. Il rendimento del 10 anni del Tesoro è in rialzo al 3,18%.

 

fonte ansa

Rispondi