Al Tribunale di Palermo, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari ha condannato a 20 anni di carcere ciascuno, per omicidio, Calogero Pietro Lo Presti e Fabrizio Tre Re, imputati dell’omicidio di Andrea Cusimano, il fruttivendolo ucciso al mercato del Capo il 29 agosto del 2017 a colpi di pistola. Il delitto avvenne in pieno giorno nei vicoli del mercato che si trova a pochi metri dal palazzo di giustizia. La vittima fu inseguita tra le bancarelle e assassinata da Calogero Lo Presti che tentò di risalire nell’automobile guidata da Tre Re. Un Carabiniere che era in zona e aveva assistito all’omicidio riuscì a tirar giù dall’automobile Lo Presti e ad arrestarlo. Il complice fuggì ed è stato arrestato alcuni giorni dopo. Il movente del delitto sarebbe legato a contrasti per la gestione di affari illeciti come droga e racket tra la famiglia di Cusimano e i Lo Presti.

Rispondi