“Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato ad Ostia dove si tiene la celebrazione per i 50 anni della fondazione dell’associazione nazionale Polizia di Stato, applaudito dalla gente seduta sugli spalti. All’evento partecipa anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il Capo dello Stato e il ministro degli Interni hanno passato in rassegna i reparti e prima ancora, all’arrivo del presidente, si sono stretti la mano.

Applausi e selfie anche per Salvini al suo arrivo. “Matteo, Matteo”, il coro delle persone dietro le transenne al suo arrivo. Tra le frasi di incitamento “Salvaci” e “Non arretrare di un millimetro”. Mentre si stava intrattenendo con alcuni cittadini, il capo della polizia Franco Gabrielli si è avvicinato a Salvini dicendo: “Ci aspetta il presidente”.

Le parole di Mattarella sulla manovra? Rispettiamo e rispetteremo tutto quello che prevedono tutte le carte. Ho detto che può star tranquillo, che puntiamo alla crescita, a far star meglio i nostri figli, ha detto Salvini a margine della Festa.

“Una correzione alla manovra? Noi ascoltiamo tutti ma il Parlamento è sovrano. C’è un governo che rappresenta la maggioranza degli italiani e noi siamo convinti delle nostre scelte quindi andremo fino in fondo”, ha detto Salvini al termine della festa della polizia ad Ostia.

Francesco Boccia: “Clausole vietate da riforma bilancio” – “Le clausole di salvaguardia di cui parla il Ministro Tria sono semplicemente vietate dalla nuova legge di bilancio. La riforma del 2016 votata da oltre l’80% del Parlamento fu fatta per evitare la firma di cambiali allegre a cui la politica italiana faceva ricorso da oltre un decennio. Oggi se si taglia si dice dove, se si hanno nuove entrate si dice quali. Semplice e alla portata di tutti. La massima trasparenza sui soldi degli italiani vale anche per il Governo LEGA-M5S”. Lo scrive su Twitter il Dem Francesco Boccia, promotore della riforma.

fonte ansa

Rispondi